Collegio Ipasvi Siena

Collegio Ipasvi Siena

In termini generali, "l'assistenza elettronica integrata" consiste nel fare collaborare attori dei servizi di assistenza sanitaria e sociale su più livelli, dai medici privati agli ospedali pubblici e dagli assistenti domiciliari ai centri di cura per anziani. Un team composto da ricercatori finanziati dall'UE e professionisti sta contribuendo a far decollare questi servizi: è un progetto coordinato dall'azienda di ricerca tedesca Empirica e che vede la partecipazione di un consorzio di 11 organizzazioni partner provenienti da cinque paesi europei nel progetto COMMONWELL ("Common platform services for ageing well in Europe").
 
Un'iniziativa della durata di più di tre anni per sviluppare e implementare modelli assistenziali integrati e la relativa tecnologia di supporto. Il progetto – che il CORDIS, servizio di informazione comunitario in materia di ricerca e sviluppo per la scienza della Commissione Europea, presenta nel suo sito – è stato co-finanziato dalla Commissione europea con 2,68 milioni di euro e si è rivelato un successo tale che i sistemi e servizi sviluppati sono ancora in uso presso quattro siti pilota di COMMONWELL. Inoltre, sono in corso piani per estendere il modello di assistenza integrata alle altre aree.

In tutta Europa fornire servizi di assistenza sanitaria e sociale sta diventando sempre più complesso e costoso: questi devono essere strutturati in modo efficiente, e tutti gli attori in gioco devono essere consapevoli dei loro ruoli specifici nella catena del valore e, soprattutto, in grado di condividere efficacemente le informazioni tra di loro. Ma l'invecchiamento della popolazione, una moltitudine di attori pubblici, privati e informali, insieme a una miriade di sistemi e tecnologie di sanità elettronica, creano numerosi ostacoli alla fornitura di cure efficienti e convenienti. "I servizi di assistenza sanitaria e sociale sono spesso forniti in modo indipendente. Ciò comporta inefficienze, duplicazione di risorse e potenzialmente riduzione della qualità delle cure", spiega Ingo Meyer, consulente di ricerca presso Empirica, in Germania. "Gli anziani sono particolarmente colpiti da questa situazione, dal momento che spesso hanno bisogno di entrambi i tipi di servizi , ovvero sia il supporto nelle attività quotidiane che la gestione delle malattie croniche".
 
"L'idea di integrare sanità e assistenza sociale risale a un paio di decenni fa, ma ora sta davvero prendendo piede, in parte perché le persone chiedono più servizi e i fornitori si stanno rendendo conto che si sprecano tanto tempo e fatica perché i compiti vengono eseguiti in parallelo da diversi fornitori - così alcune cose vengono fatte due volte e altre si perdono nella traduzione, per così dire", spiega Meyer.
Fa l'esempio di una persona che viene dimessa dall'ospedale, ma l'ospedale non comunica al fornitore di assistenza domiciliare che le bende devono essere cambiate il giorno dopo o un certo farmaco somministrato in un certo momento - sviste che possono influenzare la salute del paziente e sprecare tempo, denaro e risorse del fornitore sanitario.
Al cuore della soluzione di COMMONWELL ci sono sistemi e tecnologie per migliorare notevolmente e gestire lo scambio di informazioni tra le organizzazioni. Il modello comprende tutto a partire dallo stabilire un protocollo per lo scambio di posta elettronica tra gli ospedali e i fornitori di assistenza domiciliare, fino alla condivisione dei dati prodotti dai sistemi di monitoraggio domiciliari e il collegamento con i dati di assistenza medica e sociale dei pazienti.
 
Per affrontare le sfide tecnologiche di ottenere la comunicazione tra diversi sistemi TIC, il consorzio ha sviluppato un'architettura software modulare che fornisce punti di integrazione standard aperti per i sistemi di collaborazione per accedere e condividere le informazioni. Approfittando di approcci orientati ai servizi per progettare sistemi, l'architettura COMMONWELL gestisce in tempo reale i dati relativi a eventi e sanitari acquisiti da moduli ampiamente disponibili, quali le piattaforme di telemonitoraggio nelle case della gente. Le informazioni vengono poi rese accessibili ai diversi attori su una serie di servizi web COMMONWELL.
Per operare in modo continuo e sostenibile per un periodo prolungato di tempo, il modello di business deve essere giusto, i servizi COMMONWELL sono quindi stati sottoposti ad una rigorosa analisi costi-benefici. In generale, il sistema ha portato a una più rapida gestione delle chiamate di emergenza, ricoveri più efficienti e risposte del servizio più efficienti. Se si calcola il ritorno socio-economico del sistema, il progetto ha rivelato un ritorno positivo che ripagava l'investimento entro circa due anni dall'avvio della fase pilota.

Il sistema COMMONWELL continua ad essere utilizzato nei quattro siti pilota, mentre un progetto parallelo chiamato INDEPENDENT ("ICT-enabled service integration for independent living") ha cercato di estendere il modello di integrazione per includere non solo la gli operatori sanitari e sociali pubblici e privati, ma anche le organizzazioni di volontariato e gli assistenti informali. Empirica è anche in procinto di pubblicare un libro, "Beyond Silos - Achieving Effective Integrated E-Care Beyond the Silos", sulle esperienze dell'organizzazione in entrambi i progetti e altrove in Europa che affronterà le sfide di creare servizi sanitari elettronici integrati e ofrire soluzioni possibili.
Inoltre, un'iniziativa di follow-up chiamata SMARTCARE coinvolgerà molti dei partner COMMONWELL e decine di comuni in tutta Europa che hanno intenzione di adottare modelli di assistenza integrata.
"Per anni si è parlato di assistenza integrata, ma sembra che con iniziative come queste le persone si stanno rendendo conto che è il momento di agire e di applicarla", dice Meyer.
 
COMMONWELL ha ricevuto finanziamenti complementari attraverso il Programma quadro per la competitività e l'innovazione (CIP) dell'Unione europea, nell'ambito del suo programma di sostegno alla politica delle TIC (ICTPSP).

Fonte: QS


Ultima modifica:19/9/2017

Eventi

September 2017
35 01 02 03
36 04 05 06 07 08 09 10
37 11 12 13 14 15 16 17
38 18 19 20 21 22 23 24
39 25 26 27 28 29 30
 
Roma, Marzo 2018