Collegio Ipasvi Siena

Collegio Ipasvi Siena

"La precarietà nel settore della sanità è problema annoso, sul quale come Commissione ci siamo concentrati fin dall'inizio di questa legislatura. Stiamo continuando a mettere il massimo impegno perché l’obiettivo è la stabilizzazione dei lavoratori. In questa prospettiva ritengo positivo quanto riportato del direttore di Estar in Commissione, annunciando la prossima indizione di due concorsi per la stabilizzazione di chi ha maturato i requisti previsti. Nel dettaglio ci saranno due tranche di assunzioni: 92 persone previste a gennaio 2016, e, sempre nella prima metà di quest’anno, a giugno 2016, altre 165 persone. Ecco un primo passo concreto verso l'eliminazione della precarietà e il raggiungimento dell'obiettivo della stabilizzazione dei lavoratori. Un passo importante perché il lavoro deve essere fonte di sicurezza e non di incertezza sul futuro. Molti di questi lavoratori già da anni operano nel settore sanitario e rappresentano un patrimonio professionale da non disperdere". Così il presidente della commissione Sanità Stefano Scaramelli (Pd) al termine della seduta.

“Nello specifico si è discusso della questione delle graduatorie Estar decadute nel giugno scorso, quando molti degli idonei ne attendevano lo scorrimento. Su questo punto la politica ha fatto ogni sforzo e richiesta possibile, peraltro con una mozione votata all'unanimità dal Consiglio regionale. Oggi prendiamo atto che ci sono dei limiti giuridici oltre i quali è impossibile andare, confermati anche in prima istanza dal Tar, che ha rigettato la richiesta di sospensiva relativa al ricorso che i precari hanno presentato contro Estar - ha aggiunto il presidente Scaramelli (Pd) -. La questione però non è chiusa, sarà necessario attendere la sentenza definitiva prima di nuovi atti d'indirizzo. Da parte nostra, intanto, ci sarà la massima attenzione volta a capire con quale criterio alcune aziende sanitarie stanno procedendo ad assunzioni tramite graduatorie ancora più vecchie di quelle oggetto della controversia"."Inoltre, ci siamo presi l'impegno di sollecitare una soluzione a un altro dei settori sanitari più colpiti dalla precarietà: quello del personale del 118. Alla Conferenza Stato-Regioni, che ha confermato l'ammissione ai nuovi concorsi per la stabilizzazione solo per i lavoratori con contratto a tempo determinato, chiederemo come Regione Toscana di allargare la partecipazione anche ai convenzionati, che attualmente invece resterebbe fuori. Su questi punti, questioni complesse e delicate giuridicamente e dal punto di vista della tutela dei diritti di tutti, non ci tiriamo indietro e ci impegneremo fino in fondo. L’obiettivo è arrivare quanto prima alla stabilizzazione del personale e all'indizione di concorsi per nuove assunzioni. E dobbiamo creare le condizioni affinché nei nuovi concorsi vengano tutelati i diritti anche dei lavoratori interinali e delle partite Iva che operano da tempo nella sanità pubblica. Questa è la strada per far entrare finalmente nel mondo del lavoro delle professioni sanitarie i tanti giovani che aspettano fuori, energie e professionalità preziose per il futuro della nostra sanità", ha concluso Stefano Scaramelli (Pd).  

Fonte: QS


Ultima modifica:19/9/2017

Eventi

September 2017
35 01 02 03
36 04 05 06 07 08 09 10
37 11 12 13 14 15 16 17
38 18 19 20 21 22 23 24
39 25 26 27 28 29 30
 
Roma, Marzo 2018